giovedì 17 ottobre 2019

Shadow warrior

Vittorio Ferraro is a man whose family loyalty knows no bounds. He would die for his siblings and the people they love, but what he really wants is to start a family of his own. Deep down, Vittorio has always known finding a woman who could ride shadows would be nearly impossible—let alone one who could accept his particular needs—and he never expected to find her in the middle of a kidnapping.…Grace Murphy has always been drawn to Vittorio Ferraro—or at least to the billionaire’s public bad-boy persona. Now that she’s under his protection and the sole focus of his intense caring, she can’t help wanting to get as close to him as possible. But Grace knows her presence is putting the entire Ferraro family in danger. Her monster of a brother will never let her go, but Vittorio has no intention of losing the woman whose shadow matches his own.

mercoledì 16 ottobre 2019

The Tattooist of Auschwitz

In April 1942, Lale Sokolov, a Slovakian Jew, is forcibly transported to the concentration camps at Auschwitz-Birkenau. When his captors discover that he speaks several languages, he is put to work as a Tätowierer (the German word for tattooist), tasked with permanently marking his fellow prisoners.Imprisoned for more than two and a half years, Lale witnesses horrific atrocities and barbarism—but also incredible acts of bravery and compassion. Risking his own life, he uses his privileged position to exchange jewels and money from murdered Jews for food to keep his fellow prisoners alive.One day in July 1942, Lale, prisoner 32407, comforts a trembling young woman waiting in line to have the number 34902 tattooed onto her arm. Her name is Gita, and in that first encounter, Lale vows to somehow survive the camp and marry her.A vivid, harrowing, and ultimately hopeful re-creation of Lale Sokolov's experiences as the man who tattooed the arms of thousands of prisoners with what would become one of the most potent symbols of the Holocaust, The Tattooist of Auschwitz is also a testament to the endurance of love and humanity under the darkest possible conditions.

lunedì 14 ottobre 2019

Redemption

Decker is visiting his hometown of Burlington, Ohio, when he’s approached by a man named Meryl Hawkins. Hawkins is a convicted murderer. In fact, he’s the very first killer Decker ever put behind bars. But he’s innocent, he claims. Now suffering from terminal cancer, it’s his dying wish that Decker clear his name.It’s unthinkable. The case was open and shut, with rock solid forensic evidence. But then Hawkins later turns up dead with a bullet in his head, and even Decker begins to have doubts. Is it possible that he really did get it wrong, all those years ago?Decker’s determined to uncover the truth, no matter the personal cost. But solving a case this cold may be impossible, especially when it becomes clear that someone doesn’t want the old case reopened. Someone who is willing to kill to keep the truth buried, and hide a decades-old secret that may have devastating repercussions….

sabato 12 ottobre 2019

The Malta Exchange

The pope is dead. A conclave to select his replacement is about to begin. Cardinals are beginning to arrive at the Vatican, but one has fled Rome for Malta in search of a document that dates back to the 4th century and Constantine the Great.Former Justice Department operative, Cotton Malone, is at Lake Como, Italy, on the trail of legendary letters between Winston Churchill and Benito Mussolini that disappeared in 1945 and could re-write history. But someone else seems to be after the same letters and, when Malone obtains then loses them, he’s plunged into a hunt that draws the attention of the legendary Knights of Malta.The knights have existed for over nine hundred years, the only warrior-monks to survive into modern times. Now they are a global humanitarian organization, but within their ranks lurks trouble — the Secreti — an ancient sect intent on affecting the coming papal conclave. With the help of Magellan Billet agent Luke Daniels, Malone races the rogue cardinal, the knights, the Secreti, and the clock to find what has been lost for centuries. The final confrontation culminates behind the walls of the Vatican where the election of the next pope hangs in the balance.

Butcher's Crossing

"Bastava un solo sguardo, o quasi, per contemplare tutta Butcher's Crossing. Un gruppo di sei baracche di legno era tagliato in due da una stradina sterrata e poco oltre, su entrambi i lati, c'erano alcune tende sparse". Ecco lo sperduto villaggio del Kansas dove, in una torrida giornata del 1873, giunge Will Andrews, ventenne bostoniano affamato di terre selvagge. L'America sta cambiando, la ferrovia in breve scalzerà la tensione verso l'ignoto che aveva permeato il continente, lasciando solo il mito della frontiera. Eppure, il giorno in cui Will sente sotto i piedi la sua terra promessa, esiste ancora la caccia al bisonte, un'esperienza portentosa, cruenta e fondante, archetipo della cultura americana. È questo che il ragazzo vuole: dimenticare le strade trafficate ed eleganti di Boston e rinascere in una terra che lo accolga come parte integrante della natura. Ma in questi luoghi lontani dalla costa orientale e dalla metropoli gli uomini sono legnosi, stremati dall'attesa di un riscatto mai ottenuto e negli occhi custodiscono tutta l'esperienza del mondo. La caccia, l'atroce massacro di cui Will si rende complice, è un momento in cui si addensano simbologie, dove il rapporto tra l'essere umano e la natura diventa grandiosa rappresentazione, ma soprattutto è un viaggio drammaticamente diverso da ciò che il ragazzo si aspettava, da quel che immaginava di scoprire su se stesso e sul suo paese.

giovedì 10 ottobre 2019

Cadin - Nave San Rocco

Km 13.5 - dislivello 630 m
Ale

Le mille e una notte

Non c’è libro al mondo più affascinante delle Mille una notte. Ma quanti lo conoscono nella sua versione originaria? Quanti hanno letto per davvero il libro più antico che per la prima volta ha catturato in un testo scritto arabo il grande fiume della narrazione orale da cui quelle storie traevano origine? E quanto indietro si può risalire, per fissare l’origine scritta delle Mille e una notte? In effetti, quando agli inizi del Settecento il grande studioso arabista Antoine Galland raccolse e tradusse in francese un gruppo di manoscritti arabi conservati presso la Biblioteca Nazionale di Parigi, molte furono le reinvenzioni e le riscritture di quel geniale scopritore. Di modo che il testo da cui prese le mosse la fortunata diffusione di quello scrigno fiabesco nella cultura dell’Occidente nacque spurio, condizionato da un’opera di interpolazione che ne ha segnato, per i successivi tre secoli, la ricezione. Si è dovuta aspettare la fine del secolo scorso, e la magistrale sapienza di Muhsin Mahdi, arabista e professore all’Università di Harvard, per ricostruire, con un lavoro ventennale di meticoloso raffronto dei manoscritti degli antichi copisti, il nucleo portante delle Notti arabe, risalente a un unico manoscritto siriano del XIV secolo. La traduzione italiana, qui per la prima volta condotta su quell’originale, ci restituisce un risultato clamoroso. Un’affabulazione che coniuga l’immaginazione e la saggezza sotto la cifra del femminile; l’evocazione diretta, senza ammiccamenti e pruderies, di un erotismo praticato nelle forme più spontanee ed esplicite; una varietà scoppiettante della dimensione fantastica, che è il contrappunto di una ricchezza linguistica e lessicale straordinaria: finalmente, la voce di Shahrazad senza la mediazione, senza il velo dell’Occidente. Una lettura che cambia – per paradosso – la stessa percezione del mondo arabo, delle sue culture, delle sue tradizioni, così come ci vengono consegnate dai conflitti e dalle angustie del presente. Ad accendere l’immaginazione restituendo quel mondo alle sue tinte originarie, liberate dalla patina posticcia dello sguardo orientalista, giunge in questa edizione il corredo di illustrazioni di Cinzia Ghigliano, che ci conduce nella magia delle notti arabe dei racconti di Shahrazad, a spiare da una finestra a gelosia incontri furtivi e ambienti segreti, alcove e hammam, giardini e cortili… Grazie alla luce che si sprigiona da quei luoghi, si scorge il vero volto di un Oriente tanto spesso vagheggiato ma mai autenticamente compreso.

mercoledì 9 ottobre 2019

martedì 1 ottobre 2019

Sins of the dead

While illegally street racing in the underground tunnels of Glasgow, four Harley-Davidson riders make a horrifying discovery: a dead man left in the darkness, hands together on his chest as if peacefully laid to rest. The cause of death is unclear, the only clues being a half glass of red wine and a partially eaten chunk of bread by his side that echo the ancient religious practice of sin-eating.Called to the scene, forensic scientist Rhona MacLeod is perplexed by the lack of evidence. But when another body is found near her own flat, laid out in a similar manner, she fears a forensically aware killer stalks the city and is marking the victims with their unique signature. Even more worryingly, the killer appears to be using skills they may have learned while attending her forensic science lectures at Glasgow University.There are signs that Rhona is being targeted, that the killer is playing with her and the police, drawing them into a deadly race against time, before the sin-eater’s next victim is chosen.

domenica 29 settembre 2019

venerdì 27 settembre 2019

Andare per silenzi

Lunghe traversate da un capo all'altro della Norvegia, su isole popolate solo di nidiate di uccelli, in mezzo a paesaggi rocciosi e selvaggi, per giorni o settimane, senza compagni e senza mappe, nel silenzio più assoluto. Sembra un'immersione nel vuoto, invece è un'esperienza totalizzante: non sono gli altri a segnare la via, siamo noi a sceglierla a ogni passo. L'attenzione si acuisce, la presenza si fa costante: solo così il cammino è vero incontro con un ambiente partecipe. Le acque che scorrono tracciano il percorso, il vento e la pioggia dettano il passo, gli animali si allertano e seguono l'andare umano. Franco Michieli, geografo ed esploratore, da quasi quarant'anni alterna avventure in solitaria, in coppia e in gruppo, su strade battute e in luoghi disabitati, affidandosi alle indicazioni della natura, certo che il varco si rivelerà da sé. In questo libro ripercorre alcuni dei suoi viaggi – dal whiteout del deserto lavico islandese alle ascensioni andine tra insediamenti di antica spiritualità – rimettendo in discussione l'idea di compagnia: siamo più soli nella folla cittadina, dove la miriade di stimoli si spegne in un bombardamento fragoroso, che nell'isolamento dei boschi, in cui il silenzio, per chi sa ascoltare, si fa denso di voci. Qui, lontano dai condizionamenti tecnologici, riemerge la nostra connessione primordiale e istintiva con la natura e con i nostri simili: come può esserci solitudine fra tanta animata bellezza?

Nei boschi sopra Faedo



Baita al Lagabrun


km 30 - dislivello 930 m
Ale

domenica 22 settembre 2019

Niente da perdere

In quel posto incredibile che si chiama Stati Uniti esistono, fra le mille stranezze, due piccole città: si trovano in Colorado e una si chiama Hope, l'altra, a pochi chilometri di distanza, si chiama Despair. "Speranza" e "disperazione": due opposti che non sembrano creare alcun problema a Jack Reacher, in fondo lui vuole soltanto un caffè prima di rimettersi in viaggio. Da anni l'ex maggiore dell'esercito Jack Reacher gira l'America; qualcuno potrebbe chiamarlo "vagabondo", lui preferisce "libero". A Despair, però, nessuno vuole stranieri tra i piedi e Reacher si ritrova prima in cella, poi espulso. C'è una sola cosa a cui Reacher tiene ancor più della sua libertà: la giustizia. Per vederci chiaro, per capire che cosa nasconda di così oscuro e minaccioso quel piccolo paese nel nulla, Reacher ha bisogno di un alleato. Lo trova in una poliziotta di Hope, Vaughan, una donna tanto bella quanto determinata che, come lui, vuole scoprire la verità. E, forse, riuscire così a dare un senso al dolore che la attanaglia... Jack Reacher non ha legami, non ha una casa, non ha particolari speranze ma non è nemmeno disperato, non ha un passato e del futuro non si preoccupa mai. Ha però una debolezza, forse l'unica che può permettersi... Ma l'amore è un lusso, per chi non ha niente da perdere.

sabato 21 settembre 2019

Bodengo 2






 






 






Ale&Max

Avendolo disceso già alcune volte siamo scesi di corsa usando la corda solo 1 volte e mezzo, la prossima volta sarà sicuramente solo mezza volta perchè ho capito dove ci si può tuffare in sicurezza. Resta solo l'incognita della terzultima calata che ancora non riesco a risolvere senza calarmi 5-6 metri prima di tuffarmi.

Val Pilotera




 




 





















Ale & Max